Novara: Firmato l'accordo sull'Area Caserme PDF Stampa E-mail

E' stato firmato Ieri, a Roma, il Protocollo di Intesa tra Ministero dell'Economia e delle Finanze, Agenzia del Demanio e Comune di Novara, relativo alla valorizzazione del patrimonio un tempo di proprietà del demanio militare, oggi transitato all'Agenzia del Demanio.

Il protocollo fa riferimento ai seguenti immobili situati nel Comune di Novara:

Caserma Passalacqua, via Ferrucci;
Ex V Deposito centrale, via Bovio;
Ex Caserma Gherzi, viale Curtatone;
Piazza D'Armi, ex Polveriera, viale Piazza D'Armi
L'accordo prevede che questi immobili, "per le loro caratteristiche intrinseche ed estrinseche e per il contesto in cui si inseriscono, costituiscono oggetto di un programma di valorizzazione e dismissione concertato con l'ente territoriale ai fini del perseguimento di obiettivi non solo economici, ma anche sociali (...)".

"E' un accordo molto importante - spiega il Sindaco di Novara, Massimo Giordano - che ci consentirà di procedere ad un completo recupero e alla trasformazione di aree vicine al centro storico della città, con un ruolo attivo da parte del Comune di Novara. Siamo pronti a seguire questo percorso di valorizzazione dei siti interessati anche nell'ambito del programma di riqualificazione urbanistica "Città della Salute", che porterà ad una profonda ridefinizione del volto della nostra città".

"La valorizzazione di queste aree - aggiunge l'assessore all'Urbanistica Paolo Pepe - diventerà oggetto di un disegno urbanistico unitario di riqualificazione dell'area centrale - che unisce l'area ex ospedale, le caserme, e l'ex macello - con destinazioni diversificate, anche di rilevanza sociale, nel contesto di una progettazione integrata che tenga conto dell'università e del nuovo sistema socio sanitario che sorgerà in viale Verdi".

MASSIMO ANTONUCCI

 
< Prec.   Pros. >