Marņ: rientro in Italia per Girone PDF Stampa E-mail

Sono passati più di quattro anni dalla vicenda che diventò un caso internazionale, quella che coinvolse due fucilieri del Reggimento San Marco, accusati della sparatoria che portò all'uccisione di due pescatori indiani al largo delle coste del Kerala.

La Corte suprema indiana ne dà oggi conferma: Salvatore Girone può rientrare in Italia. Il fuciliere di Marina potrà quindi tornare in patria fin dai prossimi giorni. Il ritorno è previsto infatti per il prossimo 2 giugno, come si legge anche in una nota della Farnesina, in cui viene espressa la piena soddisfazione per tale decisione presa dalla Corte Suprema indiana, la quale ha fato urgente attuazione a quanto stabilito dal Tribunale arbitrale de L'Aja il 29 aprile scorso. Quest'ultimo infatti, aveva autorizzato il rientro in Italia fino a conclusione del procedimento arbitrale avviato dal governo.

In una nota del ministero degli Esteri, la Farnesina esprime: "La decisione odierna è un risultato importante che riconosce l'impegno intrapreso dal governo italiano con il ricorso all'arbitrato internazionale per far valere le ragioni dei nostri due fucilieri di Marina. Con lo stesso impegno l'Italia si presenterà ai prossimi passaggi previsti dal procedimento arbitrale". Image

 
< Prec.   Pros. >