Corte conti, deluse attese 2008 PDF Stampa E-mail

Peggiora crisi economica, pesa indebitamento

Image

 

(ANSA) - ROMA -''Gli indici sull'esercizio 2008 hanno disatteso un miglioramento di conti'', dice Furio Pasqualucci, procuratore generale della Corte dei Conti. Sul rendiconto dello stato ha ricordato la flessione del Pil dell'1% e la crescita dell'indebitamento netto, dati ''che non possono trovare causa esclusiva nella crisi''.In prospettiva ogni manovra e' condizionata dal debito che ''lascia spazi ridotti a manovre anticicliche.E'difficile l'equilibrio tra sostegno del ciclo economico e della finanza pubblica''.
 
< Prec.   Pros. >